Sì a te stesso e alla tua vita. Cambia le tue abitudini - Maria Marengo Coach
98
post-template-default,single,single-post,postid-98,single-format-standard,bridge-core-2.5.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Sì a te stesso e alla tua vita. Cambia le tue abitudini

Ti senti mai in lotta con te stesso, con gli altri, separato dalla realtà che vivi, come se non ti appartenesse? Senti di non esprimere pienamente il tuo scopo di vita? Spesso quando viviamo queste sensazioni, siamo vittime delle nostre convinzioni limitanti e di condizionamenti esterni. Riscoprire e abbracciare la nostra vera essenza, dire di sì a noi stessi ci aiuta a liberarci di pensieri non funzionali ed emozioni tossiche e a esprimere il nostro potenziale. 

 

Dire sì a noi stessi, ai nostri valori,

al nostro vissuto di successi ed

errori ci aiuta a riconoscerci. Ad

accettarci per quello che siamo.

È una possibilità che ci rende

integri, equilibrati, responsabili,

aperti al cambiamento e al

miglioramento.

Spesso questo non succede e siamo in lotta con noi stessi, con gli altri, con la realtà che  viviamo. Siamo insoddisfatti delle nostre relazioni, del nostro lavoro, delle nostre scelte,  dei nostri traguardi.

Viviamo un paradosso che rischia alla lunga di sfinirci e distruggerci. Vogliamo il  cambiamento, ma desideriamo anche raggiungere risultati diversi senza cambiare nulla, perseverando nelle stesse azioni. E cosa facciamo? In questi casi continuiamo a  usare gli stessi schemi di pensiero. Perseveriamo nel coltivare le medesime convinzioni, nel vedere le cose dal medesimo punto di vista, rivivendo situazioni simili a quelle già vissute in passato. Senza accorgercene allora rimettiamo in scena lo stesso schema ripetitivo non in una situazione, ma in tutti i piani della nostra esistenza.

Le catene dei nostri condizionamenti: come andare oltre?

Pensiamo a quante persone conosciamo che si lamentano del partner, delle loro relazioni lavorative, dell’attività che svolgono. Allo stesso tempo però si ritrovano a  ripetere gli stessi errori e gli stessi comportamenti. Quasi come se fossero in una ruota,  in una gabbia circolare e senza uscita. Una situazione logorante che non può che portare  a vivere l’insoddisfazione e l’assenza di significato autentico.

Perché succede? Il motivo è semplice e si collega sia alla mancanza di consapevolezza  che alla nostra resistenza al cambiamento. Ripetiamo gli stessi comportamenti e le  stesse abitudini, coltiviamo gli stessi valori e le convinzioni che abbiamo acquisito su noi  stessi dagli altri e dalle esperienze che abbiamo vissuto, diventate “condizionamenti”. Molto spesso siamo noi che ci sabotiamo, e ci incateniamo in determinate situazioni, ci nascondiamo a noi stessi e agli altri, sentendoci inadeguati, non facciamo udire la nostra voce, non esprimiamo quello che sentiamo.

Stabiliamo ciò che per noi è possibile o impossibile realizzare, stabiliamo i nostri standard  di risultato. Siamo noi a dare una definizione di noi stessi, del nostro ruolo, su chi  crediamo di essere, sul nostro potenziale e… su come vorremmo essere visti dagli altri.  Ciò dipende da giudizi, pregiudizi, idee e confronti trasmessici che riteniamo certezze, che  abbiamo assorbito dal nostro ambiente e non abbiamo verificato.

Riconnettiamoci all’essenza: diciamo sì alla nostra identità.

A ben vedere è tutto collegato a ogni livello anche quando noi non ne siamo  consapevoli o cerchiamo di ignorare la situazione. Siamo schiavi delle nostre abitudini  mentali che sono diventate dei condizionamenti. Ci dimentichiamo che in realtà  crescendo siamo cambiati, abbiamo acquisito nuove informazioni, nuove competenze,  nuovi strumenti da utilizzare con modalità diverse e che se vogliamo, possiamo mettere in  discussione le credenze passate, percorrere nuove strade e adottare nuovi  comportamenti.

Come possiamo andare oltre? Riconnettendoci alla nostra essenza più  autentica e vera. Osservando come agiamo per poi modificare i comportamenti in azioni  più funzionali per la nostra evoluzione. Partendo alla ricerca di un significato più profondo e nostro legato agli eventi che viviamo.

La differenza vive nel nostro atteggiamento mentale, nei pensieri che scegliamo, nelle decisioni che prendiamo, in come ci mettiamo in gioco, nelle azioni che mettiamo in atto.

Nel corso “Ripartire da se stessi” ecco che andiamo a scoprire le convinzioni che ci  limitano, ad imparare tecniche per metterle in discussione e sostituirle con credenze  potenzianti e comportamenti funzionali alla nostra vita.

Hai letto l’articolo sul dire sì a noi stessi? Ti potrebbe interessare anche questo.

Partecipa al corso: scopri di più.

Vuoi abbracciare la tua vera natura e accoglierla senza giudizio? Conoscere le tue mappe  mentali e come modificarle per potenziare la tua efficacia comunicativa e relazionale? Contattami per scoprire le possibilità che ho preparato per te.

Non perdiamoci di vista: mi trovi anche sui social media come Linkedin, Facebook e Instagram. Ti aspetto!

 



Scrivimi qui
Come posso aiutarti?
Buongiorno,
richiedi info su corsi e consulenze